Un abaco improvviso

Si lavora in coppia e con il gruppo classe e si ha a disposizione un foglio rettangolare – che verrà diviso in due parti e successivamente in quattro – , i numeri in colore e il materiale multibase.

È il gioco del “raggruppamento e cambio”.

Nella casella a destra si depone, ad esempio, una manciata di regoli bianchi.

Iniziamo operando con la base 2 .

Ogni coppia di cubetti può essere cambiata con un regolo rosso che vale due regoli unità, e ogni coppia di regoli rossi può essere cambiata con un regolo rosa che vale due rossi; ogni coppia di regoli rosa può essere cambiata con un regolo marrone che vale due rosa.

Le caselle situate in basso servono per raccogliere i regoli rimasti nelle corrispondenti caselle grandi dopo ciascun cambio.

 â™¥

L’utilizzazione di questo materiale, che si riprenderà anche in periodi successivi, contribuisce davvero a rafforzare il concetto di “base” e a fondare quello di “potenza della base”, quindi di “unità dei vari ordini” in una certa base.

Tratto da Rosa Rinaldi Carini

 â™¥

 

Il gioco può essere riproposto alla rovescia.

Guardate la successiva animazione

 

 E si continua:-)

la classe seconda e m.stra Maria Giovanna

da quel di SD

Precedente A su mortu mortu Successivo Mille bolle all'infanzia di via De Muro!

Lascia un commento