Crea sito

Quando il cervello inganna ;-)!

Chi ha ragione?

La realtà può essere così complessa che osservazioni ugualmente valide da punti di vista diversi possono apparire contraddittorie.

Voglio provare a coinvolgere i piccoli e le piccole in attività legate alle 

 L’input mi è stato offerto da Ciro, in classe 

In altri tempi e con altre classi avevamo già esplorato questo argomento davvero stuzzicante, creativo e giocoso.

Questi giochi mentali richiedono un’osservazione approfondita, tanta attenzione  e una buona concentrazione. 

Mettono alla prova la nostra percezione e sfidano la nostra visione. 

Ciò che vediamo non è sempre vero. Deviano la nostra mente dalla realtà fisica e ci fanno guardare alle cose in modo diverso rispetto a quello che sono in realtà.

Secondo gli esperti, le illusioni ottiche  aiutano nella riflessione.

Aiutano anche a capire l’effettiva differenza tra “guardare” e “vedere”

Il termine vedere  ha un significato ampio e generale, mentre il termine guardare si riferisce all’osservazione di qualcosa con l’intenzione di capire e di comprendere.

Le illusioni ottiche  forniscono diversi spunti di riflessione, che potenziano e accrescono il nostro modo di pensare. 

Possono anche servire  per sviluppare buone capacità cognitive, e noi adulti – insegnanti o genitori – possiamo, volendo,  usare questi giochi per allenare la loro mente . 

Secondo alcuni esperti di salute, le illusioni ottiche aiutano anche a stimolare il lato destro del cervello, che di solito non viene utilizzato da molte persone. Oltre ad affinare la  memoria, questi giochi  aiutano a migliorare le  capacità di problem solving, di richiamo visivo e la capacità di ragionamento spaziale.

Avete intuito che queste immagini visive mi appassionano? 

Spero di riuscire a coinvolgere anche i piccoli.

Iniziamo con qualcosa di semplice:

 Una semplice immagine, vero?

Provate a guardarla prima dalla parte sinistra.

Cosa vedete?

Ora guardatela dalla parte destra.

Vedete qualcos’altro?

Proviamo con un’altra che qualche tempo fa impazzava nei social:

 in questa immensità di pupazzi di neve, siete capaci di individuare il solitario panda?

Nella risposta dovete essere precisi/e e dire la posizione:

in alto, in basso, al centro, a destra, a sinistra, … 

Un’altra, 

 

 

dovete trovare l’orso nascosto:-)

Qui ho bisogno di attenzioni e occhi migliori dei miei.

Non riesco a trovare il mugnaio. Non è quello che si affaccia sulla porta del mulino a vento. Potete aiutarmi?

E questa prima proposta ha termine. Domani in classe, connessione permettendo, condividerò tutto con i bambini e con le bambine.

E’ tutto!

classe terza, da quel di SD

Le illusioni ottiche le ho scaricate dalla rete

Aggiorno per caricare la soluzione del mugnaio camuffato. Maestra Silvia lo ha trovato in rete 😀 

 Adesso lo vedo!

13 Risposte a “Quando il cervello inganna ;-)!”

  1. Da Mattia:
    ” Le illusioni ottiche sono facili perchè devi guardare con attenzione se no non sappiamo trovarlo, ma se guardiamo con attenzione possiamo trovare la figura. A me è piaciuta l’illusione dell’orso”

  2. Da Javier:
    ” Oggi abbiamo parlato delle illusioni ottiche e a me è piaciuta la seconda, dove c’erano tanti pupazzi di neve e dovevamo trovare il panda”

  3. Da Jana:
    ” Io non conoscevo le illusioni ottiche. A me è piaciuta tantissimo quella con il coniglietto e la papera e anche quella dove c’erano i pupazzi di neve e anche il panda”

  4. Da Ilaria:
    ” Oggi abbiamo parlato di illusioni ottiche. A me è piaciuta molto quella con i pupazzi di neve e noi dovevamo trovare il panda.”

  5. Da Beatrice:
    “Oggi a scuola abbiamo parlato delle illusioni ottiche. A me è piaciuta la prima dove si vedevano sia un’anatra che un coniglio”.

  6. Da Ciro:
    ” Le illusioni ottiche sono affascinanti e bellissime. A me è piaciuta di più quella dove dovevamo trovare il panda nascosto tra i pupazzi di neve.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *