Crea sito

Motricità e musicoterapia nell’ handicap!

La maestra Maria Rocca della scuola dell’infanzia FDA, ci delizia con una delle sue tante attività!

Quando all’interno di una sezione, nella Scuola dell’Infanzia, è presente un piccolo alunno disabile, ci sono alcune strategie vincenti che favoriscono il processo di inclusione del bambino.
Quest’anno scolastico, in base ai prerequisiti in entrata ed agli obiettivi minimi posti, ho deciso di proporre ad alcuni bambini della mia sezione un laboratorio di motricità e musicoterapia, ispirato al testo “Motricità e musicoterapia nell’handicap, consapevolezza corporea, movimento, comunicazione non verbale”, di M. Knill & K. Knill, edizioni Erikson.

Il laboratorio viene svolto seguendo la modalità del piccolo gruppo omogeneo per obiettivi, con cadenza settimanale, ha durata annuale. L’ambiente in cui viene svolto è l’aula di sostegno, un’aula confortevole, calda, luminosa e con un ampio spazio morbido adeguato.

L’obiettivo che si vuole conseguire durante lo svolgimento del laboratorio è quello di favorire le interazioni sociali in modo attivo, potenziando allo stesso modo le abilità motorie, percettive e sensoriali dei bambini coinvolti.

Perchè l’uso della musica? Durante ogni laboratorio viene svolto un programma che è accuratamente accompagnato da suoni, ritmi e melodie studiati e composti appositamente da esperti, con l’obiettivo di suscitare nei bambini attenzione, finalizzandola ad un uso cosciente ed attivo del proprio corpo e della propria motricità fine e globale. La musica in questo modo diviene strumento di interazione privilegiato, i bambini costruiscono fra loro e con l’insegnante una speciale relazione comunicativa emotiva che va oltre la comunicazione verbale che spesso, sopratutto nei soggetti con handicap, può essere carente.

Il programa inoltre tende a far acquisire una piena consapevolezza del proprio corpo, dei propri movimenti, che diverranno misurati e controllati, ed a una corretta interazione con l’ambiente che li circonda facendo aqcuisire così una maggiore sicurezza, autonomia ed indipendenza.

Da maestra Tiziana da quel di FDA è tutto!

Nessun titolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *