IL CODING: prime esperienze di linguaggio computazionale

Scrivono le insegnanti:

Coding è un termine inglese al quale corrisponde in italiano la parola programmazione. Parliamo di programmazione informatica ovviamente ma non nel senso più tradizionale dell’espressione. Con il coding i bambini e i ragazzi sviluppano il pensiero computazionale e l’attitudine a risolvere problemi più o meno complessi. Il bambino fa ipotesi, programma e si corregge migliorando la procedura.

La maggior parte dei bambini di 5 anni ha già una discreta familiarità con gli strumenti che utilizziamo quotidianamente che funzionano con una serie di comandi attivati in sequenza e che sono stati programmati da chi li ha costruiti: il cellulare, l’aspirapolvere, lo spazzolino elettrico ecc. Il pensiero computazionale aiuta a comprendere come funzionano tali strumenti e permette una maggiore consapevolezza del mondo che ci circonda.

E’ utile far comprendere ai bambini l’importanza di programmare in sequenza una serie di gesti, anche nel quotidiano, per sveltire, facilitare, ordinare: prendere il foglio, scrivere il nome, prendere la matita e i pennarelli, riporre tutto nella casella alla fine dell’attività. 

 ps. per visualizzare le immagini ingrandite, cliccateci sopra.

E se volete sentir parlare di coding nella scuola dell’infanzia, questo fa al caso vostro

 

Esperienza condivisa

dai bambini e dalle bambine della sezione C dei 5 anni

e dalle Insegnanti

Maestra Stefania Nigra

Maestra Carla Moretti

Maestra Sandra Garroni

Scuola dell’Infanzia di Caniga

Precedente Metodo analogico per l'apprendimento del calcolo Successivo Viaggio d'istruzione Paulilatino

Lascia un commento