Visita del Sottosegretario del Miur alla Scuola Pubblica “Montessoriana” del Fabrizio De Andrè.

L’11 ottobre 2019 il “Fabrizio De Andrè” ha ricevuto la graditissima visita del Sottosegretario al Miur Giuseppe De Cristofaro, arrivato in Sardegna per affrontare diverse tematiche riguardanti la sua funzione e il proprio ruolo di componente della squadra di governo.

Principalmente la sua visita alla nostra scuola è nata dalla curiosità di vedere la prima Scuola Montessoriana Pubblica in Sardegna, ma poi la sua attenzione è passata anche alla Scuola Pubblica Normale chiedendosi come fosse il connubio tra due realtà e metodi così diversi.

Ma andiamo per gradi ed analizziamo tutta la giornata.

Alle 10.30, dopo aver fatto la ricreazione, tutti gli alunni e tutti gli insegnanti del plesso “Fabrizio De Andrè” di ogni grado sono scesi in giardino per aspettare l’arrivo del sottosegretario.

Mancava una persona a noi molto cara: Anna Solinas. Molti di voi si chiederanno chi sia … Anna è l’insegnante che ha permesso, grazie ai suoi titoli e alla sua sensibilità professionale, l’apertura della prima scuola pubblica Montessoriana. E sì, ho detto pubblica, perché in Sardegna ne esistono altre, ma sono tutte private.

Anna, purtroppo, ha avuto un grave problema di salute, ma piano piano si sta riprendendo e tornerà nella sua bellissima aula tra i suoi bambini a svolgere il suo lavoro con tanto amore, esattamente come fa ogni maestra, regalando ai suoi bimbi il suo sapere, il suo cuore e le sue coccole.

Ma in realtà Anna era con noi perché una mamma di un’alunna della scuola Montessoriana, prima che arrivasse il ministro, ha letto una lettera scritta esattamente da lei e mostrato un disegno con tanti cuori fatto sempre da lei con tanta, ma tanta fatica, ma allo stesso tempo con un gran cuore … il suo!!!

Ad Anna è stata anche donata una targa per “merito e onore” … proprio per aver permesso l’apertura della scuola Pubblica Montessoriana nel centro storico della nostra città, importante per la sua crescita e la crescita di tutte le nuove generazioni.

Ma torniamo all’evento della giornata.

Il Sottosegretario è arrivato a scuola …

… ha ringraziato tutti per l’accoglienza fatta e ha parlato di ciò che avrebbe fatto lui per la scuola in generale, perché la scuola deve riacquistare la sua dignità, ultimamente un po’ offuscata!!!

Subito dopo è intervenuta la nostra Preside Patrizia Mercuri che ha fatto delle richieste specifiche al Dottor De Cristofaro per poter soddisfare al meglio la crescita della Scuola Montessoriana e soprattutto perchè tale progetto possa continuare:

  • disponibilità di personale docente formato, con specializzazione alla didattica Montessoriana per infanzia e primaria;
  • ampliamento degli spazi scolastici dedicati alle sezioni montessoriane.

In seguito il sottosegretario ha voluto visitare le aule della scuola Montessoriana mentre i bambini lavoravano. Una delle maestre, Luisa Loddi, ha spiegato al Dott. De Cristofaro il metodo da lei utilizzato.

La visita del sottosegretario giungeva al termine, ma una domanda ancora aleggiava nell’aria. Una stessa scuola e due approcci pedagogici, metodologici e didattici differenti. “Ma com’è il connubio tra due scuole con metodi così diversi?” Dove la sintesi?

Qua sono subentrata io che ho fatto da cicerone al signor Sottosegretario: l’ho portato in giro per le aule della cosiddetta scuola tradizionale raccontandogli delle sue evidenti complessità e carenze, che noi insegnanti cerchiamo di colmare molte volte con i nostri soli mezzi, ma anche delle sue ricche opportunità.  Ho raccontato anche di come anche noi agiamo con i bambini, magari con metodo diverso, ma con lo stesso scopo: quello di valorizzare le differenti creatività di ogni singolo bimbo, dell’agire empatico e del rispetto verso sé stessi e gli altri. Insomma, una scuola che assomiglia alla scuola pensata da Maria Montessori.

Ma la domanda era sempre la stessa:

Ma come convivete insieme voi scuola tradizionale e scuola Montessoriana?

E la mia risposta:

Bene direi, siamo insegnanti Le due scuole hanno gli stessi obiettivi: la crescita del bambino con tutte le sue sfaccettature.  Noi insegnanti cerchiamo di promuovere e di attuare tutto ciò che è in nostro potere per far sì che tutti i bambini e tutte le bambine, con noi adulti, siano essi famiglie e insegnanti, possano vivere consapevolmente e gioiosamente questo momento unico e irripetibile della loro vita. Da quest’anno poi inizieremo anche a fare qualche attività insieme, ad esempio con la lingua inglese, in modo che i bimbi possano crescere insieme con amore e rispetto pur avendo metodi didattici diversi“.

Io farò tutto ciò che posso per far sì che le scuole possano ritornare ad essere quelle di un tempo!” Queste le parole del dottor De Cristoforo.

Io ci credo e aspetto che le sue parole diventino realtà.

Evviva il Fabrizio De Andrè Montessoriano e Tradizionale!!!!

Da Maestra Grazia è tutto … a presto!!!!

Precedente Festeggiamo con la Dinamo! ✌⛹️ Successivo La Psicologia della Matematica

4 commenti su “Visita del Sottosegretario del Miur alla Scuola Pubblica “Montessoriana” del Fabrizio De Andrè.

  1. Marcello Tidore il said:

    “Io farò tutto ciò che posso per far sì che le scuole possano ritornare ad essere quelle di un tempo!” Queste le parole del dottor De Cristoforo. Spero che ci riesca. Io nel frattempo vado a comprare i ceci e una bacchetta …

Lascia un commento