Crea sito

Se questo è un uomo

Carissim*,

non voglio scrivere molto, solo lasciarvi una poesia che incontrerete prima o poi nella vita, magari alle Medie: io vorrei farvela leggere già da ora e invitarvi a riflettere e se avete voglia, a dire quali emozioni vi suscita e a cosa, secondo voi, si riferisce.

Se questo è un uomo

Voi che vivete sicuri
nelle vostre tiepide case,
voi che trovate tornando a sera
il cibo caldo e visi amici:
Considerate se questo è un uomo
che lavora nel fango
che non conosce pace
che lotta per mezzo pane
che muore per un si o per un no.
Considerate se questa è una donna,
senza capelli e senza nome
senza più forza di ricordare
vuoti gli occhi e freddo il grembo
come una rana d’inverno.
Meditate che questo è stato:
vi comando queste parole.
Scolpitele nel vostro cuore
stando in casa andando per via,
coricandovi, alzandovi.
Ripetetele ai vostri figli.
O vi si sfaccia la casa,
la malattia vi impedisca,
i vostri nati torcano il viso da voi.

Primo Levi

da maestra Silvia che medita

Una risposta a “Se questo è un uomo”

  1. Ciao.
    Mi fa pensare a persone che non si possono permettere il necessario, che non possono mantenere figli, non possono mantenere una vita normale.
    Mi fa venire tristezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *