Il bracciale col nodo blu della quinta

Un Nodo Blu – Le scuole unite contro il bullismo ” è la campagna che il Ministero ha lanciato nel 2016. La stessa garante per l’Infanzia e l’adolescenza, Filomena Albano, durante un’audizione alla Camera ha ribadito ” … l’importanza dell’alleanza tra scuola e famiglia, come strumento di condivisione di valori e proposte. Di fronte a un fenomeno tanto complesso come quello del cyberbullismo, infatti, è indispensabile promuovere percorsi di educazione alla consapevolezza digitale all’interno degli istituti scolastici e aiutare le famiglie ad acquisire gli strumenti necessari a identificare tempestivamente segnali di sofferenza. Occorre inoltre recuperare figure genitoriali più presenti nella vita dei figli, anche investendo in interventi che permettano di conciliare la vita lavorativa con quella familiare“.

In quel di SD i bambini e le bambine hanno realizzato e indossato il braccialetto col nodo blu come simbolo prezioso della lotta nazionale delle scuole contro il bullismo.

Sono diversificate le azioni e le proposte formative che la classe ha messo in campo con la prospettiva  di creare una comunità educante, attenta e sensibile nell’affrontare le criticità legate al fenomeno del bullismo e delle sue diverse declinazioni relative al mondo digitale e tecnologico, sicuramente umano.

La visione del film Wonder, che sensibilizza sul tema della diversità e del bullismo, è stata inoltre occasione di riflessioni profonde e di parallelismi esperenziali nelle giovani menti dei/le nostri/e alunni/e.

Le attività preseguiranno nei prossimi giorni con letture di testi informativi, di autobiografie di personaggi famosi vittime di questo fenomeno.

In seguito la classe verrà coinvolta con incontri con personale qualificato della Polizia di Stato, sempre disponibile nella promozione di adeguati e corretti comportamenti civili.

Perché ciascuno – ciascuna  di noi trovi un posto nel cuore di quanti ci circondano e nel mondo .

Questa è la ragnatela di relazioni che ci interessa tessere .

dalla classe V e dalle maestre Daniela, Gavinuccia, Maria Elena, Giuseppina

Precedente Un gioco di osservazione con il cubo Successivo Natale al settimo cielo nella Scuola dell'Infanzia della Landrigga!!!

Lascia un commento