Crea sito

E’ arrivata la primavera

Sì cari bambini, anche se noi siamo chiusi nelle nostre case è arrivata la stagione che tutti noi aspettiamo sempre con gioia, la Primavera.

Ed ecco come Walt Disney, uno dei più grandi fumettisti di tutti i tempi , ci presenta quest’amatissima stagione sulle note di uno dei nostri grandi musicisti, Antonio Vivaldi, che ha composto “Le quattro stagioni” e quello che sentiamo nel filmato è proprio il tema della Primavera.
E in questo nostro elogio della Primavera non può mancare una delle sue rappresentazioni più famose al mondo, quella realizzata dal grande pittore Botticelli.

Qui, alla Galleria degli Uffizi, a Firenze dove si trova questo dipinto potete ascoltare il percorso narrato. Scorrete la pagina in basso. Emozionante. Mettetevi comodi e ascoltate.

In rete abbiamo trovato questa scheda didattica che fa al caso vostro; leggetela e rispondete alle domande

Un altro quadro, insolito, bizzarro che rappresenta un volto dipinto usando vari elementi della natura, come fiori, frutti, ortaggi, animali, fino ad ottenere un risultato suggestivo e originale.

Parliamo di Arcimboldo e della sua Primavera

Cliccate sopra l’immagine e visitate le stanze del museo Real Academia de Bellas Artes de San Fernando a Madrid, in Spagna, e potrete immergervi nella bellezza.

Se poi volete emulare il grande Arcimboldo, questa scheda farà al caso vostro:

Tante volte, non ai tempi del Corona virus, con i nostri alunni abbiamo festeggiato l’arrivo di questa stagione e la maestra Maria Giovanna ogni volta avrebbe voluto che tutte, bambine e maestre , ci cingessimo il capo con corone di fiori.

Parla m.stra MGiovanna adesso: Questo però non ha avuto un seguito. Mannaggia, è il caso di dire, oggi avremmo avuto bei ricordi da ricordare insieme😂

Niente ci vieta, però, di farlo al rientro a scuola. Tutte e tutti, bambin* e adulti, con le ghirlande fiorite. Si raccolgono adesioni sin d’ora.

Osservate bene l’immagine che ora vi verrà descritta in questo breve testo

E’ una giornata di primavera in campagna. In primissimo piano c’è una staccionata e, ancora in primissimo piano, ci sono pure dei cespugli di lavanda ed una famiglia che cammina in mezzo ad essi. La mamma ha il vestito rosso ed il cappello è rosso e bianco; invece il papà ha il vestito di colore marrone ed il cappello arancione scuro. Accanto a loro c’è una bambina con due trecce nere legate con un fiocco bianco. Nel campo ci sono anche dei contadini: uno indossa la maglia gialla ed i pantaloni marroni; l’altro la maglia rossa ed i pantaloni corti e verdi. Ancora in primo piano c’è un carretto che trasporta i fiori di lavanda, con dietro un signore che lo porta. In secondo piano, a sinistra, c’è una casa grande e bella; dietro ci sono dei cipressi e nel giardino ci sono degli altri cespugli di lavanda. Al centro ci sono altre due case con dietro degli altri alberi pieni di fiori bianchi. Intorno alle case c’è una staccionata. Sullo sfondo ci sono delle rondini nere: il cielo è nuvoloso e si vedono delle lontane montagne blu violaceo.

Come potete vedere nella descrizione vi ho evidenziato gli indicatori spaziali.Ora vi proporrò un altro paesaggio primaverile e il vostro compito sarà quello di descriverlo seguendo le indicazioni.

E’ una bella giornata di primavera in campagna.

In primo piano si vedono

In secondo piano c’è

Accanto alla stalla si trova

E accanto all’albero ci sono

A destra della stalla c’è

Ancora più lontano si trova

Al centro si vede

Sullo sfondo ci sono

Chi vuole può anche seguire lo schema, però cercare un’ altra immagine sulla primavera e provare a descriverla arricchendola con gli aggettivi appropriati .utilizzando quanto più possibile le similitudini o le metafore.

Anche il testo poetico si presta molto a questo scopo.

Leggete questa poesia sulla primavera

Già sulle rive dello Xanto ritornano i cavalli,
gli uccelli di palude scendono dal cielo,
dalle cime dei monti
si libera azzurra fredda l’acqua e la vite
fiorisce e la verde canna spunta.
Già nelle valli risuonano
canti di primavera.

Questa è la poesia di un antico poeta greco Alceo, tradotta da un nostro grande poeta Salvatore Quasimodo.

Ed eccone un’ altra di un celebre poeta spagnolo Federico Garcia Lorca.

Escono allegri i bambini
dalla scuola,
lanciando nell’aria tiepida
d’aprile tenere canzoni.

Quanta allegria nel profondo
silenzio della stradina!
Un silenzio fatto a pezzi
da risa d’argento nuovo.

Su bambini volete provare anche voi a comporre una poesia dedicata a questa splendida stagione?

Magari utilizzando anche similitudini e metafore?

Dai, provateci!!

E questi momenti artistici, poetici, creativi richiedono la vostra partecipazione.

da quel di SD

le maestre Anna, Tiziana, Maria Giovanna

cantano a squarciagola

🎶C’è Primavera, svegliatevi bambin*🎶

2 Risposte a “E’ arrivata la primavera”

  1. Buonasera maestre, ho fatto la descrizione anche se purtroppo non potró stampare la scheda.
    Anche io vorrei cantare con voi, perchè non mi avete invitato prima?

    1. Jana, anche la comunicazione a distanza è una necessità. Gli antichi indiani usavano i segnali di fumo, noi le note😁 e dato che il suono viaggia nell’aria, la nostra canzone è per voi. Cantiamola perciò insieme, e tutt* la sentiremo nel cielo.
      Abbracci musicali e canori per te❤
      m.stra MariaGiovanna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *