Crea sito

Ballocci e modi di dire

Buongiorno 5^A di Forlanini (ma anche a tutti gli altri!), come state?

So che leggete puntualmente gli articoli del blog e mi fa piacere, vi ringrazio anche per i commenti e i messaggi che leggo immaginando di sentire le vostre voci.
Anche voi mi mancate… pensate che oggi ho chiamato Amélie, la mia gatta monella, “Emanuele”.

[scusa Ema, ma stavi salendo sul tavolo per rubare i biscotti al cocco!]

Eh sì, perché ieri sera per rilassarmi un po’ (missione fallita!) ho preparato i biscottini al cocco con piccole gocce di cioccolato bianco (missione fallita anche questa): uno schifo che non vi dico. E lo so che vi ripetiamo tutti i giorni che non si dice schifo al cibo, ma fidatevi: i miei biscotti vanno oltre ogni norma del galateo.
Comunque conserverò per voi i biscottini, perché secondo me sono ottimi come biglie. Forse un po’ troppo duri, anche più delle biglie stesse.

Le biglie, a proposito. A voi piacciono?
A Sassari si chiamano ballocci e io da piccola ci giocavo tantissimo, anche con un discreto successo. Ricordo ancora un piccolo screzio con un amichetto perché io – femminuccia! – avevo osato vincere tutte le sue biglie! Tutte le più belle, quelle che per me erano di madreperla. Eh sì, perché questa storia che i maschi sono o devono essere più forti solo in quanto maschi, va avanti da tanto, tanto tempo.

Ora non pensate che io appartenga all’epoca preistorica! Anche se, devo svelarvi che ho fatto delle ricerche per capire se proprio nell’età della pietra (sì, il periodo in cui siamo nate noi maestre, secondo voi) si giocava con le palline di pietra. Eh, non fate quelle facce lì: non so che dirvi, sono una persona curiosa. Non ho scoperto granché, devo essere sincera, però come sapete “una ricerca tira l’altra” e sono finita su vari siti e ho fatto delle scoperte che… non c’entrano niente con i ballocci, ma le ho trovate interessanti e quindi volevo condividerle con voi.

Ci credete che in Romania sono state scoperte delle pietre in grado di crescere e riprodursi? La notizia ha dell’incredibile, perciò in questo come in tutti gli altri casi, vi invito a fare ulteriore ricerche, per verificare se le notizie che leggete sono attendibili. Il sito che vi segnalo è del quotidiano La Stampa, che è attendibile, però fare delle “ricerche incrociate” (cioè cercare la stessa notizia su altri siti) è sempre meglio.
Come saprete ci sono dei burloni che si divertono a mettere in giro notizie non vere – e lo stiamo vedendo anche in questi giorni in cui circolano tante informazioni non sempre corrette sul Coronavirus – quindi se tutti ci dedicassimo con più attenzione a verificare l’attendibilità delle fonti (cioè se verifichiamo che la fonte, ovvero il testo che leggiamo, sia credibile) nessuno potrà prendersi gioco di noi.

La seconda notizia che volevo condividere con voi è questa, presa sempre dal quotidiano La Stampa e anche questa notizia è davvero originale! Tra l’altro oltre ad alcune teorie reali e realistiche, aggiungono un qualcosa che ha del leggendario. Ma non sanno che voi della 5^A siete i numeri uno sull’argomento “miti e leggende” e quindi prenderete le notizie con le pinze e non come oro colato.

(conoscete tutti il significato di questi due modi di dire che ho messo in grassetto? Se non li conoscete e avete voglia… sapete cosa dovete fare! 🙂 )

E per finire, una foto-notizia: sapete che in California, negli Stati Uniti, esiste una spiaggia che si chiama Bowling ball beach – ovvero la spiaggia delle palle da bowling – perché quando c’è la bassa marea sulla spiaggia sono visibili centinaia di enormi sfere di pietra? Dev’essere bellissimo! Date un’occhiata!

[Mario, Fabrizio, io sono certa che per dare un’occhiata, il vostro amico di Scottecs avrebbe inteso un’altra cosa, che vi metto qua sotto prima delle foto serie]
un’occhiata, appunto


Da maestra Silvia e dall’età della pietra e del balloccio, è tutto!

5 Risposte a “Ballocci e modi di dire”

  1. Ciao SuperMario! Sai di che sego zodiacale sono io? Cancro. Spero che tu non venga MAI a scuola con il retino da pesca!

    1. Ciao Fede! Non dispiacerti! Non ancora. Potrai dispiacerti quando torneremo e ti sfiderò a ballocci battendoti clamorosamente 😀 😀 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *