Alla scuola Primaria di BANCALI … CHE MUSICA!!

Oggi è martedì, la campanella che segna l’inizio di una nuova giornata di scuola è appena suonata.

In classe quinta sta per iniziare l’ora di musica. Maestro Luca arriva con un gran bustone carico di oggetti stranissimi, alcuni mai visti prima!

Tutti i bambini sono molto curiosi di vederli, di conoscerne la provenienza e anche la funzione, qualcuno allunga l’ occhio, prova a sbirciarci dentro  … si intravede un rospo di legno, due sacchetti di conchiglie e altri oggetti sconosciuti.

Finalmente anche l’ultimo ritardatario prende posto, ci sono tutti, si può cominciare!

Oggi si parla di ritmo e di suono, finalmente è giunto il momento di mostrare ai bambini  tutti gli straordinari oggetti contenuti nella busta. 

Nel suo viaggio a Santa Cruz de Tenerife, maestro Luca ha raccolto alcune carrube!  Carrube enormi, che a distanza di tempo si sono essiccate e ora i semini contenuti all’ interno, producono un suono davvero delicato e speciale, simile al fruscio del vento.

C’è anche un flauto doppio tipico della Valle d’Aosta e un altro di legno di svariati colori del quale subito ne ascoltiamo il suono acuto e sottile. Il risuonatore a forma di rospo,  emette un forte gracidio se, lungo la scanalatura presente nel dorso, si fa scorrere un bastoncino di legno. E poi ocarine, sacchetti di conchiglie dal suono straordinariamente simile a quello prodotto delle onde del mare e un piccolo metronomo, con tanto di circuito elettrico! Si tratta di un metronomo assolutamente speciale, perché nato dalle sapienti mani del papà del caro maestro Luca che con grande pazienza e cura lo ha realizzato più di trent’anni fa, nel 1980.  Ma lo stupore e la meraviglia di tutti i presenti si accendono quando viene mostrato il diapasòn!

Il suono, provocato dalle sue vibrazioni,  cambia intensità e volume a seconda dell’oggetto su cui viene poggiato,  suscitando grande meraviglia e stupore nei bambini. Per qualcuno è davvero  una magia!

Alla lavagna la partitura musicale a un rigo è pronta, la battuta è stata divisa in quattro, ad ogni bambino è assegnato un quarto e sul tempo di 4/4  vanno a tempo tutti insieme, prima col battito delle mani, poi con due dita e alla fine con lo strumentino loro affidato. Che musica!!!… Che musica maestro! 

da Bancali maestra Manuela

Precedente Quando le farfalle aiutano a non dimenticare Successivo ❤Un cuore di … Tangram❤

Lascia un commento