L’amicizia … quella strana parola …

23.09.2019

Durante le ore di italiano Maestra Valentina, con cui sono in compresenza, propone agli alunni una piccola lettura sia come dettato che per fare il ripasso delle preposizioni semplici ed articolate:

In seguito, prendendo spunto dalla lettura, visto che ormai viviamo in una società dove tutti vengono definiti “amici”, anche le persone conosciute pochi minuti prima, si chiede ai bambini:

“Ma per voi cos’è l’amicizia?” .

Nasce una discussione in classe e queste sono state le risposte:

… ma in realtà mancano altre due definizioni … forse le più importanti …

24.09.2019

La lezione sull’amicizia continua:

Si continua la lezione sull’amicizia. I bambini guardano un video: “La straniera” (https://www.youtube.com/watch?v=DRWUG6vW0ns ) prodotto dalla scuola primaria Rodari di Oleggio.
E’ la storia di Jasmine una ragazza proveniente da un paese lontano che arriva nella nuova scuola. Il suo inserimento nella classe, già difficoltoso per la mancata conoscenza della lingua, è osteggiato da Sofia che cerca in tutti i modi di difendere la leadership acquisita …

Nasce una discussione per conoscere le emozioni dei bambini:
Che cosa hai provato mentre guardavi il video?
Quale scena ti è piaciuta di più?
Come pensi si sia sentita Jasmine sola nell’angolo?
Quale sentimento provavano le compagne su di lei?
Che cosa ha fatto cambiare la situazione?
Tutti sono diventati suoi amici?
Come giudichi il comportamento della compagna Sofia contro Jasmine?
Ti è mai successo di subire lo stesso comportamento? Cosa hai provato?

Dopo la discussione ai bimbi viene chiesto di raccontare il film con parole proprie …

… e poi disegnare la scena del film che ha suscitato in loro l’emozione più forte scrivendo una breve didascalia.

26.09.2019

Ai bambini viene chiesto quale episodio del video su Jasmine, visto la lezione precedente, avesse suscitato in loro delle forti emozioni. Inizialmente hanno raccontato a parole le loro emozioni, poi il tutto è stato riportato sul quaderno.

RABBIA e TRISTEZZA sono state le emozioni che tutti hanno provato.

Rabbia per la cattiveria di “Sofia” nei confronti di Jasmine e tristezza per il branco che l’aiutava nella sua cattiveria.

sdr

“Maè, ma perché la gente è così cattiva?” … in classe si risponde:

K: “Secondo me per gelosia!” – T. “Secondo me la gente si sente infelice e vuole che anche gli altri lo siano” –

Tutto questo fa riflettere … e dovrebbero riflettere anche gli adulti.

I bambini vedono, sentono e capiscono ogni cosa che noi adulti facciamo e infatti dalle varie discussioni in classe qualcuno afferma con cruda spontaneità: “Maè, ma molti sono genitori e agiscono con tanta cattiveria, cosa insegnano allora ai loro figli? “

Silenzio in classe.

30.10.2019

Ai bimbi si chiede: “quando si rompe un’amicizia?

Le risposte:

I bambini insegnano..

4.10.2019

i bambini decidono di cercare, insieme a Maestra Valentina, una filastrocca da insegnare anche ai bimbi della scuola dell’infanzia. E si … quest’anno lavoreremo tanto con loro e l’amicizia è importante a tutte le età.

3.10.2019

La lezione continua e si chiede loro: “Bambini in questi giorni abbiamo parlato tanto di amicizia. Ma per voi l’amicizia che cos’è? Cosa pensate di tutto il lavoro fatto finora? delle storie viste, raccontate …. “?

Risposte:

A.: ” Per me l’amicizia è importante e bisogna rispettarla.”

C: “L’amicizia è rispetto ed educazione, come dici tu Maè … se no non è amicizia“.

D: “Sono più amici i bambini degli adulti”.

Ale: “Non bisogna tradire le persone e gli amici perché è brutto tradire

K: “Le persone dovrebbero essere sincere e non usare gli altri anche perché a loro fare male subire le stesse cose”.

M: “L’amicizia è un dare e avere. C’è gente che ti usa e poi se tu hai bisogno se ne frega“.

M: “Maè le persone dovrebbero essere quella parola che usi sempre tu e che inizia con la E.

Io: “EMPATICI?”

Tutta la classe: “Si Maè … quando ti metti nei panni di un altro e capisci tante cose”!!

Il nostro viaggio sull’amicizia non si conclude qui, ma continuerà tutto l’anno scolastico … e si ripartirà con L’empatia. E’, infatti, importante far lavorare i bambini sulle proprie emozioni e insegnargli a mettersi nei panni degli altri perché solo così potremo aiutarli a crescere in un mondo migliore dove le parole RISPETTO ED EDUCAZIONE faranno davvero da Padroni.

Dalla classe 5° A e da Maestra Grazia e Maestra Valentina per adesso è tutto, ma ritorneremo presto a parlare di amicizia ed Empatia.

Precedente I nonni...un bene prezioso Successivo 💕Oggi, 16 settembre … 💕

Un commento su “L’amicizia … quella strana parola …

Lascia un commento