Il castello di Halloween: paura e risate

La festa di Halloween o su morthu morthu anche quest’anno ci ha portato a parlare di emozioni: abbiamo esorcizzato la paura mettendo alla berlina fantasmi, streghe,vampiri, pipistrelli. I piccoli e le maestre si sono sbellicati dalle risate tra streghe smemorate, fantasmi spalmati nei panini, e canzoni di mostri che fanno sempre una brutta fine. Maestra Carla ha raccontato la storia de “Su Casteddu de Burgos” in italiano e in sardo, i bambini hanno giocato con le parole ed i suoni, diviso la storia in sequenze, fatto giochi motori e percorsi evitando zucche pipistrelli e fantasmi. Maestra Stefania ha raccontato la barzelletta del fantasma formaggino animandola con la voce e con i personaggi. I bambini hanno drammatizzato, raccontato e animato le storie a modo loro arricchendo il lessico ed esercitando la memoria. Non sono mancate, come sempre, la manipolazione, l’attività motoria e il gioco di finzione con i travestimenti.

ritagliamo

incolliamo

Ecco qua il nostro castello animato

Ora vi raccontiamo la barzelletta del fantasma Formaggino

Da quel di Caniga Infanzia

I bambini di 4 anni della sezione C

Le Insegnanti

Carla Moretti

Stefania Nigra

con la partecipazione straordinaria del Fantasma Formaggino

Precedente Dov'è il cappello della strega Rossella? Successivo Halloween nell'infanzia

Lascia un commento