Crea sito

Abbaia, George

Un piccolo libro con dei grandi insegnamenti è Abbaia, George di Feiffer Jules, pubblicato da Salani nella collana “Illustrati”.
In teoria è un libro per bambini dai tre ai cinque anni, ma mi sento di poterlo consigliare anche e soprattutto agli adulti, specialmente a insegnanti, genitori e chiunque abbia a che fare con i bambini.

La storia è quella di George, un cucciolo di cane che non risponde alla richiesta di sua madre: “Abbaia!”. Il cucciolo replica con un “miao” che sbalordisce la mamma, la quale, forse pensando ad uno scherzo, gli dà un’altra possibilità. “Abbaia!” chiede – direi, impone – a suo figlio che, per tutta risposta, grugnisce. E poi muggisce e raglia, anche. Insomma: tutto fa, tranne quello che solitamente ‘compete’ ad un cane, cioè abbaiare.
Spaventata da una potenziale crisi d’identità, che disorienta più lei che suo figlio, mamma cane porta il piccolo George dal veterinario, condividendo con lui le preoccupazioni dovute ad un comportamento anomalo del cucciolo.

Anche al cospetto del medico, l’atteggiamento di George non cambia di una virgola e alla richiesta che gli viene replicata più e più volte, il cucciolo risponde con versi solitamente prodotti da gatti, asini, maiali e mucche. Non sicuramente da un cucciolo di cane qual è lui. Ad ogni verso a lui “estraneo” (ma insito in lui), il veterinario estrae dal corpicino di George ognuno di quegli animali che solitamente produce il verso in questione. Così, da un cucciolo di cane fuoriescono un gatto, un maiale, un asino e un mucca. Dopo aver estratto tutti i corpi estranei dal corpicino di George la mamma, finalmente rassicurata, si appresta a fare ritorno a casa. Ma durante il tragitto, il piccolo George le riserverà una nuova e altrettanto ‘sconvolgente’ sorpresa.

Un libro piccolo ma intenso, dalle illustrazioni schiette e ironiche su sfondo color pastello e brevi frasi accattivanti da leggere ad alta voce. Una storia che vuole mettere in luce le mille sfaccettature insite in ogni essere vivente- cane, bambino o altro – che ha diritto di comunicare come meglio crede, senza regole e restrizioni, con un linguaggio unico, o mille linguaggi differenti, che gli dia modo di esprimere uno, nessuno e centomila personalità.

Abbaia, George
Feiffer Jules
Salani (collana Illustrati e Piccoli )
Età di lettura: da 3 anni

Buona lettura da maestra Silvia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *