“A” come avventura nel mondo dei suoni

Le maestre Carla & Stefania & Sandra scrivono:

 

Vi auguriamo che le esperienze di questi anni vi siano utili per vivere al meglio il nuovo percorso nella scuola Primaria, il nostro affetto vi accompagnerà sino a che non diventeremo un lontano ricordo.

Volate liberi

Numerosi studi confermano l’importanza tra sistema alfabetico e consapevolezza fonologica.

Il bambino all’ultimo anno di scuola dell’infanzia dovrebbe essere consapevole e in grado di riflettere sulla struttura fonologica della lingua. Sillabe e lettere uguali sono pronunciate in parole diverse.
Le attività e i giochi fonologici proposti mirano a stimolare i bambini ad ascoltare e “smontare” le parole per poter riutilizzare sillabe o fonemi con fantasia. Allo stesso tempo ci aiutano a fare una valutazione preventiva sulle possibili difficoltà nello sviluppo del linguaggio e a mettere in atto un percorso di potenziamento.

      “Perché è importante fare una valutazione preventiva e proporre il potenziamento?

  • Secondo le ricerche i disturbi evolutivi del linguaggio, per i bambini dai 3 ai 4 anni, risultano aggirarsi intorno al 7,5% (Shriberg e Kwiatokowski).
  • I bambini con DSL (disturbo specifico del linguaggio) pare abbiano dal 40 al 60% di probabilità di sviluppare un DSA.
  • Circa il 50% di DSA è caratterizzato da precedenti disturbi o atipie dello sviluppo del linguaggio

( Pappagallo Lallo di  Giacomo Stella e c.)”

 

La legge 170/2010 e in particolare “ ild.m. 17 aprile 2013 collocano nella   scuola dell’infanzia  il momento in cui far partire le rilevazioni di difficoltà, elencando i fattori di rischio e predisponendo attività didattiche educative specifiche”.

Sempre più si evidenzia che  proporre attività fonologiche  aiuta ad osservare aspetti della costruzione della parola e dell’ascolto, che si ripercuotono inevitabilmente sulla scrittura e sulla lettura. Sono quindi strumento privilegiato per accompagnare il naturale percorso di apprendimento della letto-scrittura e per mettere in risalto quelli che potrebbero essere indizi relativi a possibili sviluppi futuri di DSA.

 ♥

I bambini di 5 anni della Scuola dell’Infanzia 

Le insegnanti:

Maestra Stefania Nigra – Maestra Carla Moretti- MaestraSandra Garroni

da quel di Caniga

Precedente E allora muoviti, muoviti Successivo Primo Giorno di Scuola al "Fabrizio De Andrè"

Un commento su ““A” come avventura nel mondo dei suoni

Lascia un commento