Crea sito

Foglie d’AUTUNNO…tra ARTE, MUSICA e RACCONTI!

Alla scuola primaria di Bancali si parla di AUTUNNO…

E’ l’ora di italiano, per i bambini della classe quinta la mattinata inizia in cortile… osserviamo ed esploriamo anche gli angoli più nascosti. Sguardi attenti e curiosi, sensazioni piacevoli e tanto da dire.

Paolo e il suo paesaggio d’AUTUNNO

Al rientro in classe raccontiamo, Manlio scrive:

“Oggi in classe abbiamo parlato dell’autunno, degli alberi sempreverdi che hanno le foglie tutto l’anno e degli alberi che perdono le foglie che poi si seccano.

In cortile ci siamo guardati attorno; abbiamo notato che l’albero del cachi ci ricorda un albero di Natale perché i suoi frutti somigliano a palline decorate mentre in un altro punto del giardino c’è un tappeto di foglie autunnali di diversi colori: rossicce, gialle, marroni.

L’erba è ancora bagnata di piccole goccioline, quelle della brina, che i raggi del sole fanno sembrare piccoli diamanti , e poi si sciolgono.

A casa mia, almeno quattro anni fa, mio babbo aveva portato quattro tartarughe che sono sparite per un po’ di tempo, ma prima che ricominciasse la scuola una di loro è tornata per poi andare via di nuovo… sicuramente ha iniziato il suo letargo. Dal cortile ammiro il cielo, limpido e senza nuvole…  a me è piaciuto molto, mi ha ricordato un oceano senza un filo di vento.

Poi abbiamo osservato anche i funghi velenosi spuntati sotto le piante ancora bagnate. Di questo mi sono sorpreso molto. Lo scorso sabato mio padre ha portato una scatola piena di funghi freschi che poi mia madre ha cucinato al forno.

In cortile abbiamo potuto ascoltare anche il cinguettio dei pochi uccellini che ancora ci sono perché molti di loro hanno già migrato verso posti più caldi. Nel mio giardino c’è un albero di melograno, le melagrane sono mature e sono buonissime. Con tanti frutti autunnali si possono preparare molti dolci soprattutto i miei preferiti: i papassini, la torta di castagne e tanti altri.

A me questa giornata piena di natura è piaciuta molto e mi piace davvero tanto questa stagione dai i suoi colori stupendi.”

Ora è il momento degli attacchi d’arte: rappresentiamo l’albero dell’autunno e foglie da colorare in maniera davvero originale… Ritagliamo, pieghiamo, punteggiamo,  coloriamo, incolliamo… si tratta di un lavoro che prevede diversi passaggi…è fondamentale la precisione, un po’ di manualità e non lasciarsi prendere dalla fretta!

Ascoltiamo l’autunno di Vivaldi mentre le mani lavorano operose… in classe c’è una bella atmosfera… Gabriele ogni tanto solleva il foglio per mostrare a Clara a che punto è il suo lavoro mentre Gian Mario posiziona il proprio elaborato, oramai ultimato,  contro i vetri della finestra per ammirarne i colori che i raggi del sole rendono ancora più vivi!

Suona la campanella … è già ora di andar via… ritiriamo in tutta fretta… non vediamo l’ora che sia già domani… i nostri attacchi d’arte ci attendono.

da Bancali maestra Manuela

2 Risposte a “Foglie d’AUTUNNO…tra ARTE, MUSICA e RACCONTI!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *