Durante la ricreazione si gioca anche con l’elastico😍

Si sa, l’intervallo è il momento più atteso dai bambini e dalle bambine per staccare un po’ e riprendersi dalle fatiche (… !!! … ) scolastiche e dedicarsi ad attività piacevoli (le altre, no, eh!) e a momenti di svago.

In classe si formano diversi gruppetti. C’è chi gioca con i cubetti, chi disegna, chi chiacchiera spensieratamente, chi ancora gioca con le figurine, anche scambiando i doppioni.

Una mattina però Jana ha portato in classe un libro; questo

e io ho provato un grande piacere. Da piccola giocavo con queste cordicelle che allora creavamo noi stesse utilizzando degli elastici o dello spago. Forse, non ricordo bene, il gioco si chiamava pescare, o forse più semplicemente il gioco dell’elastico.

Ho voluto documentare questi momenti con dei filmatini non solo per far conoscere i giochi di un tempo passato, i giochi di strada e di incontri, ma anche in quanto diversi di essi, come questo, attivano e potenziano abilità di tipo manuale e sicuramente creativo.

Guardate anche voi:

Il gioco è piaciuto e tutti/e si prenotavano per giocarci. Quando le cordicelle erano impegnate alcune bambine hanno voluto provare a giocare senza, con una sorprendente abilità mimica e gestuale:-)

E altri e altre le hanno seguite.

😁E’ qui che passano le idee, da una mano all’altra😁.

Bravissime

dalla classe IV

e da quel di SD

Precedente I bambini lo sanno! Successivo Antichi schemi di moltiplicazione

Lascia un commento